don_bosco_onlus.jpg

 L’Associazione Pro Universitate Don Bosco

si ispira alla promozione del progetto educativo di San Giovanni Bosco,

come applicato nel contesto culturale, sociale e di studi dell’Università Pontificia Salesiana. 

ConvegnoSalerno 17(Roma, 7 agosto 2017) - Dal 31 luglio al 2 agosto si è svolto presso l’Università di Salerno il I Forum degli studenti fuori sede delle Università romane dal titolo La Responsabilità delle nuove Generazioni per un Nuovo Sviluppo del Mezzogiorno con la partecipazione di un centinaio di studenti provenienti da Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia, e con la presenza di numerosi rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico, imprenditoriale e della società civile.

 

L’evento è stato promosso dal Vicariato di Roma e dalle Università di Roma (comprese le Pontificie) in collaborazione con il Ministero per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, il Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca (MIUR), la Regione Lazio e Roma Capitale.

L’UPS è stata rappresentata dal Rettore, prof. Mauro Mantovani, anche in qualità di Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Pontificie Romane (CRUPR), e da tre studenti: Diana Notari (FSE - curricolo di Licenza in Psicologia dello sviluppo e dell’educazione), Myriam Cicala e Pier Francesco Bello (FLCC - curricolo di Baccalaureato).

Il Rettore è intervenuto nella sessione dedicata alle “Proposte formative delle Università di Roma” sottolineando la presenza numerosa di studenti e studentesse laici “fuori sede” anche in diverse delle Istituzioni Pontificie romane, e la significatività dell’esperienza che essi vivono a contatto con l’ambiente internazionale e la variegata ricchezza di proposte formative che caratterizza le Università ecclesiastiche. Esse in modo particolare offrono un contributo di stampo prevalentemente “umanistico” che in dialogo con la pluralità dei saperi e con lo sviluppo delle tecnologie e dell’innovazione intende promuovere quella “riserva” di carattere antropologico ed etico fondamentale per evitare riduzionismi e frantumazione dei saperi, e che - ricorrendo anche ai temi specifici della Dottrina sociale della Chiesa - può “dare un’anima” anche alla responsabilità delle nuove generazioni per uno sviluppo del Mezzogiorno che sia effettivamente inteso e realizzato come autenticamente “umano” e “integrale”.

Dopo aver ricordato l’importante iniziativa del Joint Diploma in Ecologia Integrale che sta per essere avviata dalle Università Pontificie, e come non manchi - attraverso sedi distaccate, centri aggregati e affiliati, e crescenti collaborazioni con numerose università statali e private - la loro significativa presenza nel Sud Italia, il prof. Mantovani ha concluso il suo intervento evidenziando, relativamente al tema del Forum, tre importanti compiti: la passione da coltivare per il proprio patrimonio storico, culturale, religioso, naturale e paesaggistico, che rappresenta uno straordinario unicum da valorizzare maggiormente, specie attraverso l’educazione e la formazione; la vocazione, all’interno di una matura identità europea, a tenere desta l’attenzione verso le sponde meridionali e orientali del Mediterraneo, un “mare nostrum in senso inclusivo”, promuovendo il dialogo e lo sviluppo attraverso “un’area mediterranea del sapere” più condivisa ed efficace; e infine, l’importanza di riconoscere e garantire la giusta dignità del lavoro, a partire da quello giovanile, investendo strategicamente sull’eccellenza, qualità e professionalità ai vari livelli, e promuovendo patti intergenerazionali e la lotta alla disoccupazione dei neolaureati. Il tema del lavoro, infatti, tra ricerca di senso, nuove competenze e occupabilità, risulta sempre più centrale per costruire il futuro della nostra società e dei giovani che si formano nelle nostre università. 

La studentessa UPS Myriam Cicala ha tenuto un apprezzato intervento durante la Tavola rotonda che si è svolta il primo giorno dei lavori del Forum, durante il quale sono intervenuti - tra gli altri - il prof. Aurelio Tommasetti, Rettore dell’Università di Salerno, il prof. Gaetano Manfredi, Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) e il prof. Francesco Bonini, Presidente Vicario della Conferenza dei Rettori delle Università del Lazio (CRUL).

I partecipanti all’evento sono stati accolti la sera del 1 agosto dal Vescovo di Salerno, mons. Luigi Moretti, presso la Cattedrale della città, ove si è celebrata l’Eucaristia. Il Convegno si è chiuso il giorno dopo con gli interventi di sintesi di mons. Lorenzo Leuzzi, Vescovo Ausiliare di Roma, del prof. Mario Morcellini, La Sapienza Università di Roma e Garante AGCOM, e del prof. Marco Mancini, Capo Dipartimento per la Formazione Superiore e la Ricerca del MIUR.

Recensioni

"ACCIO' CHE MEGLIO SIANO INTESI…

Il volume edita gli Atti dei tre sinodi celebrati da Mons. Giovanni Am-brogio Caccia, vescovo di Castro, diocesi del Patrimonio di San Pietro in Tuscia (oggi incorporata nella diocesi di...

DON BOSCO. STORIA E SPIRITO

Quest’opera è intitolata Don Bosco, storia e spirito. “Storia”, perché la vita e l’opera di don Bosco si sono svolte in un contesto di eventi da cui è scaturita una...

ORDO RATIONIS VIRTÙ E LEGGE. Studio sull…

Nel panorama attuale degli studi di morale tomista, questo testo costituisce per certi versi una novità. Assumendo come riferimento privilegiato l’esposizione della dottrina morale della Summa Theologiae, l’Autore mira a...

I SOGNI DI DON BOSCO Esperienza spiritua…

Il volume contiene una serie di saggi dedicati a studiare, con diversi approcci e da molteplici punti di vista, i sogni di don Bosco. Il tema ha molti motivi d’interesse...

El Capitàn Bueno

Il 18 settembre 1916 moriva a 72 anni a Santiago del Cile mons. Giuseppe Fagnano, per 33 anni Prefetto Apostolico della Patagonia meridionale, delle isole della Terra del Fuoco e...




(c) 2005-2014 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®.